Nuova Webcam HD installata da Punta Ces verso Le Pale di San Martino

PROGETTO RILEVAMENTO
 METEOROLOGICO
SAN MARTINO DI CASTROZZA

Rilevamenti in Realtime dai 1500 m ai 2600 m

CON LA COLLABORAZIONE DI

IMPIANTI CES
IMPIANTI COLVERDE
PASSO ROLLE
www.impiantices.it

RIFUGIO ROSETTA
ALTOPIANO  DELLE PALE
www.rifugiorosetta.it

IMPIANTI TOGNOLA
www.tognola.it

PARCO PANEVEGGIO
PALE DI SAN MARTINO
www.parcopan.org

 





 


NOTA BENE: I dati meteo del Rifugio Rosetta sono aggiornati solo quando il rifugio è aperto ed i generatori dell'energia elettrica sono accesi.


DATI ACCUMULI NEVOSI


DATI INVERNO 2014-2015 - DATI INVERNO 2015-16 - DATI INVERNO 2016-17 - DATI INVERNO 2017-18


SITI DEDICATI PER LE STAZIONI METEO (...GRAFICI, LIVE...)

IMPIANTI COLVERDE - www.meteotriveneto.it/sanmartino/colverde
IMPIANTI CES - www.meteotriveneto.it/sanmartino/impiantices
PUNTA CES - www.meteotriveneto.it/sanmartino/puntaces

RIFUGIO ROSETTA - www.meteotriveneto.it/rosetta

 CARATTERISTICHE STRUMENTI

Le stazioni meteo sono delle Davis Vantage Pro 2 con termoigrometro schermato, pluviometro con riscaldatore (solo Ces e Colverde), anemometro a coppette. Sono poste  dai 3 ai 7 metri di altezza. La comunicazione tra stazione meteo e computer è di soli 2,5 secondi con una precisione di 0,1°C (temperatura) e 1% (umidità), 1 km/h (vento) e 0,2 mm (pioggia). Inviano i dati ogni minuto (rielaborazione software Weather Display e Server meteobridge). E' stato anche integrato un secondo sensore nella Dolina sottostante al Rifugio Rosetta dove si è registrato il valore record di -38°C (Dolina Rosetta). La comunicazione avviene ogni 10 secondi con una precisione di temperatura di 0,55°C e 1% di umidità.
La stazione del Passo Rolle è estrapolata dai dati dell'Aeronautica Militare tramite XML. E' una stazione CAE. La stazione di Punta CES è una Davis Vantage Vue.

 La maggior parte delle stazioni sono inserite nella rete stazioni meteo del Centro Epson Meteo/Meteonetwork/Meteotriveneto



SEI IL VISITATORE NUMERO

web statistics

 

 


PROFILO VERTICALE VALLE DEL PRIMIERO
by Meteotriveneto

Consulta la pagina del Profilo in diretta

LIVE WEBCAM

Vista Pale S. Martino dal centro (1480 m)
by Rifuginrete


Vista Pale S. Martino da Impianti Colverde (1500 m)
by impianti CES


Vista Pale di S. Martino da Impianti CES (1600 m)
by Impianti CES



Vista Altopiano Pale S. Martino da Passo Rolle (1970 m)
by ImpiantiCes



Vista Passo Rolle (2000 m)
by ImpiantiCes


Vista Pale S. Martino da Impianti Tognola (2200 m)
by Impianti Tognola


Webcam in HD da Punta CES (2230 m)
by 9Meteo - M3V


Vista Pale S. Martino da Impianti Colverde (2650 m)
by impianti CES



IL PROGETTO "SAN MARTINO DI CASTROZZA"

Questo progetto meteo, fortemente voluto dall'Associazione Meteotriveneto, è nato per dare il giusto risalto, la giusta informatizzazione, nonché fare informazione e didattica sul fenomeno delle "Frost Hollow", siti freddi (generalmente depressioni e/o doline di origine carsica) in cui si rilevano eccezionali inversioni termiche. L'installazione rientra infatti nell'ambito del "Progetto doline e siti freddi" http://doline.meteotriveneto.it


L'Associazione ha installato sull'Altopiano due stazioni meteo, la prima posta al Rifugio Rosetta a quota 2581 metri, e fornisce tutti parametri meteorologici (temperatura, umidità, pressione, velocità e direzione del vento, precipitazioni ecc..), la seconda nella depressione situata sotto lo stesso rifugio a quota 2541 metri e rileva unicamente la temperatura. I dati meteo sono disponibili in tempo reale sul web grazie ad un collegamento satellitare messo a disposizione dai gestori del Rifugio Rosetta. Scopo dell'installazione sul fondo della depressione è quello di monitorare in tempo reale le inversioni termiche che si verificano in determinate condizioni (principalmente con cielo sereno, terreno innevato, bassa umidità ed assenza di vento) in una "frost hollow". In particolare all'alba del 31/12/2013 la differenza di temperatura tra il Rifugio e la depressione è arrivata a toccare i 28°C (-11°C al Rifugio e -39°C nella depressione).

L'Associazione ha installato anche una stazione meteo alla stazione a valle dell'impianto Colverde per monitorare la differenza in diretta (Realtime) delle condizioni meteo tra l'Altopiano delle Pale di San Martino e San Martino di Castrozza. Questa installazione permetterà di evitare sensazionalismi mediatici e fornire in maniera puntuale ed accessibile a tutti gli interessati (gratuitamente..., vogliamo rimarcarlo) i dati meteo di San Martino di Castrozza, sfatando così ogni "leggenda" su temperature "polari" in paese, informando in maniera oggettiva sulle differenze di temperatura che sovente in inverno ci sono tra la quota 1500 m e quota 2600 m.
Il ringraziamento va allargato a tutti gli enti che hanno accettato alla divulgazione dei dati meteo per l'opera di questa pagina, nella quale sono state inserite altre stazioni meteorologiche: Impianti Ces e Colverde, Impianti Tognola, Rifugio Rosetta e Aeronautica Militare
.

 IL PROGETTO DOLINE
SULL'ALTOPIANO DELLE PALE
http://doline.meteotriveneto.it


 CARATTERISTICHE METEO

L'alta valle del Primiero è una delle prime valle alpine trentine del lato sud occidentale. E' caratterizzata da un clima prettamente alpino continentale ma grazie alla sua vicinanza alla pianura veneta è soggetta ad incursioni pertubate meridionali che in determinati e occasionali periodi dell'anno, soprattutto in autunno ed in inverno, diventano davvero intensi, pertanto le stazioni meteorologiche consentiranno di misurare in tempo reale tali eventi caratterizzati da precipitazioni intense e con differenze di intensità e temperatura da zona a zona.
Il fenomeno che genera le maggiori precipitazioni piovose e nevose si chiama  "Stau". Le correnti meridionali o sudorientali (sciroccali) che entrano dal mare Adriatico, in primis trovano le Prealpi Venete che fanno da prima barriera, mentre la seconda barriera sono le vette feltrine e successivamente la valle del Primiero. La particolarità che la bassa valle del Primiero è collocata con direzione Ovest-Est mentre l'alta valle, quella corrispondente con la località di San Martino di Castrozza, è orientata Sud-Nord, fa sì che le correnti si incanalano e lo sbarramento naturale delle Pale e del Passo Rolle crei il fenomeno dello "stau"..