Home / M3V / OGGI RAFFICHE DI VENTO CHE HANNO RITOCCATO I VALORI DI IERI, SFIORATI I 190 KM/H A PUNTA CES, TEMPERATURE ANCORA IN CALO IN MONTAGNA

OGGI RAFFICHE DI VENTO CHE HANNO RITOCCATO I VALORI DI IERI, SFIORATI I 190 KM/H A PUNTA CES, TEMPERATURE ANCORA IN CALO IN MONTAGNA

Nuova giornata di foehn sulle montagne del Trentino e del Veneto. Un’altra giornata in cui le nostre centraline e quelle degli enti ufficiali hanno registrato valori importanti. Il dato più importante rilevato, arriva dalla centralina meteo posta da Icarus Fassa al Col Rodella 2370 m dove si sono toccati i 175,8 km/h alle ore 08.04.

 

Su tutti i dati che andremo ad elencare spiccano i 189 km/h registrati alle 6.35 a Punta CES 2230 m sul territorio comunale di PrimieroCastrozza, già luogo conosciuto come molto ventoso ed orograficamente parlando, adatto a valori di questo genere con venti di foehn: per diverse ore durante la notte la media vento medio ha sfiorato i 110 km/h.

 

 

In Veneto risulta una delle più ventose la stazione Ra Valles a 2475 m dove si sono toccati i 162 km/h alle 2.26, ritoccando il primato di ieri. Se ieri la direzione del vento era prettamento un Nord ovest, nella notte il vento è girato da Nord e molte altre località hanno segnato dati importanti (fonte Meteotrentino) come i 147 km/h di Cima Presena 3015 ma soprattutto il Passo Manghen 2080 m con 138 km/h ed in Alto Adige i 100 km/h del Ciampinoi 2254, 96 km/h di Fundres 2808 m, e 93 km/h di Piz Sella 2284 m.

Nelle prealpi venete, da rilevare i 102 km/h realizzati dal Monte Cesen 1530 m, contro i 58 km/h di Cima Grappa che ieri aveva poi staccato un 115 km/h alle 18. In valle, 82 km/h invece registrati a Trento Laste a 300 m (fonte Meteotrentino), 72 km/h a Salorno 212 m (BZ), 71 km/h ad Ortisei 1235 m e 53 km/h a Merano (BZ) e Perarolo (BL); in alcune valli è sceso anche qualche fiocco di neve ma ben presto asciugato dal forte vento, mentre in pedemontana ed in pianura dopo i 60-90 km/h di ieri, il vento è calato intorno a valori massimi dai 30 ai 50 km/h localmente. Nella nottata il vento dovrebbe scemare per regalare altre giornate di sole fino al weekend ed inversioni termiche sia sulle valli sia in pianura.

 

Da segnalare il calo termico subito in montagna, ad esempio in Paganella si è passati dalla massima di +10,7°C di lunedì (Stazione Meteotrentino) ad una minima di -10,6°C, tra le stazioni più fredde spicca quella di Cima Presena (Meteotrentino) con -16,2°C, stazione che il 3 febbraio aveva una massima positiva di +0,8°C. La temperatura più bassa spetta per ora alla stazione meteo della Provincia Autonoma di Bolzano Anticima Cima Libera a quota 3.399 m. con            -20,2°C, mentre per il Veneto la temperatura più bassa sono i -19,2°C a quota 3.250 m in Marmolada. Allo scemare del vento si presenteranno anche le condizioni meteo giuste per far sedimentare l’aria fredda nei bassi strati e nelle prossime ore anche in valle si scenderà decisamente sottozero con estese gelate domattina.


Il Cimon della Pala e la stazione a PUNTA CES

 

Per Meteotriveneto

Stefano Zamperin

Giampaolo Rizzonelli

Appassionati di meteorologia e climatologia

Avatar

Autore articolo:

admin

Avatar