Home / M3V / IERI 29 FEBBRAIO E’ STATO L’ULTIMO GIORNO DELL’INVERNO METEOROLOGICO – UNA STAGIONE PARTICOLARMENTE MITE SOPRATTUTTO IN QUOTA

IERI 29 FEBBRAIO E’ STATO L’ULTIMO GIORNO DELL’INVERNO METEOROLOGICO – UNA STAGIONE PARTICOLARMENTE MITE SOPRATTUTTO IN QUOTA

L’inverno appena concluso ha fatto registrare in montagna a quote superiori ai 1500 metri valori
medi di temperatura superiori di +2,3°C ai valori normali.
E' in alta quota che si sono registrate temperature record in questo inverno 2019-2020 appena
finito. In alcune località prealpine e dolomitiche venete e trentine oltre quota 1500 m, le
temperature medie del bimestre Gennaio Febbraio sono state di 2,8°C superiori ai valori normali
del periodo 2012-2019 e addirittura +3.3°C se consideriamo i dati meno recenti 2004-2011.
Avendo anche delle comparazioni oltre i 1500 m., con alcune serie di dati degli anni 90, la
temperatura è stata di 3,4°C più alta in questo bimestre. Se per Gennaio, queste temperature
erano state già registrate recentemente nel 2007, per Febbraio invece dobbiamo scomodare solo
l'anno scorso quando lo scarto positivo è stato molto simile. Ma se il Gennaio 2019 era stato
piuttosto freddo, quest'anno il bimestre Gennaio-Febbraio è stato bollente paragonabile ad un
mese di marzo. Dicembre "salva" parzialmente questo inverno mite e secco con scarti appena
sopra lo zero (media over 1500 m dell'ordine di +0.1°C): l'inverno 2018-19 per esempio ha staccato
un +0.5°C rispetto le medie recenti contro i +2.3°C di quello appena trascorso.
Il pendio meridionale delle prealpi, dove la nostra Associazione Meteotriveneto dal 2012 ha creato
un progetto di monitoraggio intensivo, lo scarto cala a ad una media di +1.5°C in quanto
l'inversione termica per diversi giorni ha permesso di abbassare i picchi di temperatura massima
registrati oltre i 1300 m, dove sono stati realizzate temperature da inizio primavera, 10°C a 2000
m, 19°C a 1300 m, temperature schizzate in alto per colpa del foehn mixato con dorsali
anticicloniche molto intense, temperature insomma da pieno Aprile. Nell'area dolomitica a 2080 m
invece Febbraio ha sì realizzato una massima di 9°C ma non è un record in quanto nel 2019 e 2016
si erano registrate anche temperature intorno ai 10/11 gradi: nello stesso periodo di un anno fa è
stato più caldo di circa un 1,3°C.

Una dei classici fotogrammi di questo webcam dalla nostra webcam al Monte Verena a 2000 m: inversione termica sino ai 1400 m

 

Per Meteotriveneto
Stefano Zamperin e Giampaolo Rizzonelli
Appassionati di meteorologia e climatologia

Avatar

Autore articolo:

admin

Avatar