Home / M3V / Notizie dal Friuli Venezia Giulia / ANALISI DI FEBBRAIO 2013 AD UDINE

ANALISI DI FEBBRAIO 2013 AD UDINE

Analisi di febbraio 2013 ad Udine. A cura di Burano

La Figura 1 mostra l’andamento giornaliero della temperatura minima, confrontato con quello degli altri anni:

Per ogni giornata sono stati considerati quattro valori: la temperatura minima più alta registrata tra il 1992 e il 2012 (linea rossa), la temperatura minima più bassa registrata sempre nel ventennio 1992-2012 (linea blu), la media delle minime (linea verde) e i valori rilevati nel 2013 (linea nera).

Per esempio, il 1° febbraio si hanno i seguenti valori: +2.3°C come minima più alta, -7.9°C come minima più bassa, -2°C come media delle minime rilevate il 1° febbraio 1992, 1993, 1994.. etc fino al 2012 compreso e i +4.7°C del 01/02/2013.

Se la linea nera supera quella rossa o scende sotto quella blu, è stato stabilito un record giornaliero e/o assoluto; la posizione della linea nera rispetto a quella verde permette di vedere quando la minima giornaliera rilevata nel mese in esame è stata sopra o sotto la media delle minime registrate tra il 1992 e il 2012.

È stato scelto di iniziare il grafico con il giorno 0, per evitare che i valori delle ordinate rendano illeggibile il dato del giorno 1; la minima del giorno 10 è stata pari a -5.4°C e il record è -5.6°C.

Il mese di febbraio 2013 non ha fatto registrare alcun record giornaliero (e neppure assoluto) negativo e un record giornaliero (ma non assoluto) positivo il giorno 1 con +4.7°; le minime sono state sotto la media giornaliera in 14 giorni e per 15 volte sono state negative. Lo scarto medio tra le temperature minime di febbraio 2013 e quello della media 1992-2012 è stato di -0.4°C (considerando invece le medie 1992-2000 e 2001-2012, gli scarti sono pari a +0.4°C e a -0.1°C); la massima differenza positiva si è avuta il giorno 1 con +6.8°C e la massima differenza negativa il giorno 10 con -4.6°C

La Figura 2 rappresenta l’andamento della media delle temperature minime di  nel corso degli anni:

Si è passati da un valore di -0.7°C (1992) a -0.4°C del 2013; il 2013 si posiziona al 12° posto in classifica.

La tendenza (linea nera) ventennale è di +0.02°C annui; tuttavia, la tendenza dal 1992 al 2000 è stata di -0.02°C annui, mentre dal 2001 al 2013 è stata di -0.06°C annui.

La Figura 3 mostra l’andamento giornaliero della temperatura media, confrontato con quello degli altri anni:

Il significato delle linee è lo stesso della Figura 1.

Non sono stati siglati record giornalieri (o assoluti) sia positivi che negativi. I giorni con media negativa sono stati 2, la media è stata sotto la media giornaliera delle medie in 15 giorni. Lo scarto medio tra le temperature medie di febbraio 2013 e quello della media giornaliera delle medie 1992-2012 è stato di -0.6°C (considerando invece le medie 1992-2000 e 2001-2012 gli scarti sono pari a -0.5°C e a -0.6°C); la massima differenza positiva si è avuta i giorni 1 e 28 con +3.4°C e la massima differenza negativa il giorno 11 con -4.9°C.

La Figura 4 rappresenta l’andamento della media delle temperature medie di  nel corso degli anni:

Si è passati da un valore di +4.2°C (1992) a +3.9°C del 2013; il 2013 si posiziona al 15° posto in classifica.

La tendenza (linea nera) ventennale è di circa -0.01°C annui; tuttavia, la tendenza 1992-2000 è stata di +0.08°C annui, mentre quella 2001-2013 è di -0.08°C annuali.

La Figura 5 mostra l’andamento giornaliero della temperatura massima, confrontato con quello degli altri anni:

È stato siglato un record giornaliero (ma non assoluto) negativo il giorno 22 con +5.3°C e nessun record positivo (sia giornaliero che assoluto); la temperatura massima è stata sotto la media giornaliera delle massime in 18 giorni e non sono state registrate massime negative. Lo scarto medio tra le temperature massime di febbraio 2013 e quello della media giornaliera delle massime 1992-2012 è stato di -1.2°C (considerando invece le medie 1992-2000 e 2001-2012 gli scarti sono pari a -1.3°C e a -1.1°C); la massima differenza positiva si è avuta il giorno 16 con +3.5°C e la massima differenza negativa il giorno 11  con -7.8°C.

La Figura 6 rappresenta l’andamento della media delle temperature massime di  nel corso degli anni:

Si è passati da un valore di +8.9°C (1992) a +8.5°C del 2013; il 2013 si posiziona al 17° posto in classifica.

La tendenza (linea nera) ventennale è di circa -0.02°C annui; tuttavia, la tendenza 1992-2000 è stata di +0.2°C annui, mentre quella 2001-2013 è stata di -0.07°C annuali.

La Figura 7 riporta la pioggia caduta ogni giorno:

I giorni con accumulo sono stati 7 con 112.3 mm totali; il picco si è avuto il 2 con 67 mm.

La Figura 8 riporta il totale mensile della pioggia caduta nel corso degli anni, confrontata con la media  1992-2012:

La media 1992 – 2012 è di  58.3 mm, e il mese si posiziona al 5° posto (+92.6% dalla media).

La tendenza ventennale è di +4 mm annui; tuttavia, la tendenza 1992-2000 è stata di -3.5 mm annui mentre quella 2001-2012 è di +4.7 mm annui.

La neve è caduta tra l’11 e il 12 febbraio (breve fase piovosa iniziale) con accumuli variabili da 10 cm del centro a un velo nella zona nordest, la notte tra il 22 e 23 febbraio (1-2 cm) e la serata successiva (accumulo simile, seguito dalla pioggia).

In conclusione, il mese di febbraio 2013 è stato un mese un po’ sottomedia  riguardo le temperature, sopramedia riguardo le precipitazioni piovose e nevose.

 

Avatar

Autore articolo:

admin

Avatar

Lascia un Commento